Differenze e funzionamento

E’ composto da moduli o pannelli fotovoltaici, costituiti da celle in materiale semiconduttore, tra cui, il più utilizzato, è il silicio cristallino. Tali moduli rappresentano la parte attiva del sistema poiché sono loro a convertire la radiazione solare in energia elettrica.

Differenza c’è tra un impianto fotovoltaico ed un impianto solare termico.

Entrambi i tipi di impianti utilizzano il sole come fonte energetica, catturandone la radiazione attraverso superfici captanti: mentre i moduli fotovoltaici trasformano direttamente la radiazione solare in energia elettrica, i pannelli solari termici utilizzano l’energia termica del sole per riscaldare l’acqua da utilizzare per uso igienico sanitario o per il riscaldamento degli ambienti.

Cosa si intende per potenza nominale dell’impianto fotovoltaico?

La potenza nominale (o massima, o di picco, o di targa) dell’impianto fotovoltaico è la potenza elettrica dell’impianto determinata dalla somma delle singole potenze nominali (o massime, o di picco, o di targa) di ciascun modulo fotovoltaico facente parte del medesimo impianto, misurate alle condizioni standard (temperatura pari a 25°Ce radiazione pari a 1.000 W/m2).